Home
Regolamento di accesso civico

Regolamento di accesso civico

L’accesso civico semplice è il diritto, in capo a chiunque, di richiedere ad una pubblica amministrazione documenti, informazioni e dati che la pubblica amministrazione stessa ha l’obbilgo di pubblicare.

Il FOIA (o accesso civico generalizzato) consente invece a chiunqe di richiedere documenti, dati o informazioni ulteriori rispetto a quelli che la pubblica amministrazione ha l’obbligo di pubblicare.

L’accesso civico è disciplinato dal D.Lgs 14 marzo 2013 n. 33 e smi che, all’art. 1, recita: “La trasparenza è intesa come accessibilità totale dei dati e documenti detenuti dalle Pubbliche Amministrazioni, allo scopo di tutelare i diritti dei cittadini, promuovere la partecipazione degli interessati all’attivià amministrativa e favorire forme diffuse di controllo sul perseguimento delle funzioni istituzionali e sull’utilizzo delle risorse pubbliche. La trasparenza, nel rispetto delle disposizioni in materia di segreto di Stato, di segreto d’ufficio, di segreto statistico e di protezione dei dati personali, concorre ad attuare il principio democratico ed i principi costituzionali di eguaglianza, di imparzialità, buon andamento, responsabilità, efficacia ed efficienza nell’utilizzo delle risorse pubbliche, integrità e lealtà nel servizio alla nazione. Essa è condizione di garanzia delle libertà individuali e collettive, nonchè dei diritti civili, politici e sociali, integra il diritto ad una buona amministrazione e concorre alla realizzazione di una amministrazione aperta, al servizio del cittadino.“.

L’esercizio del diritto all’accesso civico non è sottoposto ad alcuna limitazione quanto alla legittimazione soggettiva del richiedente.

Per esercitare il diritto di accesso civico nei rapporti con IPAB per i Minori di Vicenza, è sufficiente inviare un’istanza su carta semplice (anche via mail o PEC) contenente le seguenti informazioni minime:

  • nome e cognome del richiedente, nonchè ogni dato utile per un’eventuale contatto diretto e per l’invio di quanto richiesto (recapito telefonico, indirizzo postale, indirizzo mail);
  • descrizione dei documenti, informazioni, dati per i quali si chiede l’accesso;
  • eventuale motivazione;
  • ogni ulteriore informazione utile ad identificare compiutamente i dati, i documenti o le informazioni richieste.

Entro il termine di 30 giorni IPAB per i Minori di Vicenza provvederà a rispondere al richiedente, nelle forme e nei modi previsti dal comma 6 dell’art. 5 del D.Lgs 33/2013 e smi.